Ultimo articolo dal blog
I conti con il passato
La giornata dedicata al ricordo della Shoah

La giornata della Memoria si commemora ogni 27 gennaio per ricordare l’Olocausto degli ebrei. L’anniversario segna l’arrivo dei soldati dell’Armata Rossa che liberarono il campo di sterminio di Auschwitz dove fu eliminato oltre un milione di uomini, donne, bambini. Non solo ebrei. Nel lager finirono oppositori politici, rom, disabili, omosessuali, prigionieri russi e tutti i […]

Da L’Unione Sarda, 24.01.2020

Continua a leggere

Prima Pagina

Cronache, storia, libri... non solo Sardegna.

Perché questo sito

Cronache, storia, giornalismo… non solo Sardegna.

Il sottotitolo riassume i contenuti e le finalità di questo sito. Una volta si usavano le cartelle per archiviare articoli, giornali, ritagli, documenti… e gli scaffali per sistemare, secondo un metodo personalissimo, la libreria dove poter trovare a occhi chiusi il volume iniziato o accantonato in un particolare punto in attesa dell’ispirazione.

Oggi c’è il web. Che tutto accoglie, conserva e mette a disposizione. Di chi, per chi e che cosa, è un altro discorso. Intanto carichiamo su internet di tutto, dai testi alle immagini, dalla musica ai video. Poi si vedrà. Eliminare è un attimo. Con un clic scompare in un istante un’intera vita custodita in un archivio digitale.

Più faticoso gettare nei sacchi centinaia di volumi, montagne di vecchi giornali, lettere e documenti senza storia, cartacce di ogni genere che quando vengono conservate magari hanno un significato sentimentale, rappresentano un fatto o un ricordo, ma che dopo di te alla fine non interessano più a nessuno.

Però c’è archivio e archivio. L’archivio personale dei propri affetti e l’archivio della memoria collettiva che custodisce un piccolo tassello di una storia comune. La storia di ciascuno si intreccia nel tempo con le storie degli altri, con il luogo, la lingua, le tradizioni e la cultura di un popolo. Per questo gli “archivi” sono importanti e aiutano i ricercatori o i cronisti per ricostruire e raccontare una storia.

Grande passione

Cronache, storia, libri... non solo Sardegna.Da quando ho scritto il mio primo articolo di cronista, nel lontano 1974, praticamente ho fatto di questa quotidiana ricerca l’obiettivo della mia professione e quindi della mia vita. Sono stato fortunato. E felice. Ho potuto svolgere il lavoro che sin da studente del liceo avevo immaginato di fare, e che penso sia il più bello del mondo. Il giornalista. L’ho fatto con entusiasmo, passione, piacere, con fatica e stress, con soddisfazione per uno “scoop” e delusione per un “buco”, ma sempre consapevole di avere una grande responsabilità. Quella di fare informazione.

Non c’è differenza nello scrivere una notizia in breve o un lungo reportage: bisogna sempre informare bene e con onestà rispettando le regole del mestiere. L’obiettività non esiste, è un’utopia che si insegna nelle scuole di giornalismo, ma fare del buon giornalismo è possibile.

Il giudizio ai lettori

I nostri lettori sono i nostri giudici e noi siamo lo specchio di ciò che scriviamo. Dobbiamo sempre guardarci senza dover mai vergognarci o avere dubbi su ciò che pubblichiamo. E  lo dico soprattutto per i giovani che si avvicinano a questo lavoro, che non è finito come molti pensano, ma anzi con internet si è sviluppato senza più confini.

Non so se sia riuscito in quarant’anni a tenere fede agli ideali della professione, ma so che ci ho provato credendo profondamente in questo lavoro. Sono gli altri che potrebbero dirlo e sono i miei articoli usciti sull’Unione Sarda, il quotidiano in cui ho trascorso tutta la carriera da cronista a vicedirettore, e nelle tante testate a cui ho collaborato. Scrivendo tutti i giorni si fanno presto i calcoli: cinque, seimila articoli di ogni genere. Chissà. Come mattoni, uno sull’altro, un piccolo edificio.

Archivio da condividere

Nel mio archivio di casa conservo molti di quegli articoli, di prime pagine in occasione di eventi eccezionali, di ritagli, supplementi, inserti, numeri zero e primi numeri di nuovi quotidiani, appunti, bozze, foto. Tutti conservati in cartelline a tema. Rappresentano il mio lavoro, i miei interessi, i miei ricordi. Probabile destinati a finire in quei bustoni neri dei rifiuti. Ma qualcosa si può salvare e mettere a disposizione di chi possa essere interessato a quei temi di cui mi sono occupato per i giornali e per i libri che ho pubblicato.

Archeologia, storia, turismo, sport, società, cronaca… Alcune di quelle storie, a cui ho dedicato anni di ricerche e articoli, sono diventate dei libri. Certo, in gran parte parlano della Sardegna, ma partendo dal nostra terra sono arrivato a raccontare storie più grandi, nazionali o che superano il nostro mare. Come le vicende dei “desaparecidos” italiani in Argentina, i militari e civili sardi finiti nelle foibe istriane, i martiri sardi uccisi nelle Fosse Ardeatine, le missioni della Brigata Sassari sui fronti caldi del pianeta, la Grande Guerra o il Secondo conflitto mondiale.

Così, grazie al web, ho deciso di “salvare” le pagine che ritengo più interessanti per l’aspetto storico e pubblico e di creare questo sito per mettere a disposizione articoli che altrimenti andrebbero persi o faticosamente ricercati nelle collezioni del quotidiano e delle testate in cui sono usciti.

Giornali e giornalismo

Ho pensato, con una non celata ambizione, di dedicare una sezione alla storia dei giornali e del giornalismo in Sardegna, un tema poco studiato in passato e di conseguenza carente di una bibliografia adeguata. Soprattutto per quanto riguarda i quotidiani, mentre è più ricca la pubblicistica sui periodici. Spero in un forte contributo di storici, studiosi e colleghi giornalisti per costruire un sito dinamico, che possa diventare un punto di riferimento e un archivio in costante rinnovamento.

Dalla cronaca alla storia: i libri e il blog

Inoltre questa finestra sul web è anche la vetrina dei miei libri pubblicati. Il sito, diversamente da un giornale, è uno spazio infinito, senza tempo. Vorrei pensarlo come un progetto in evoluzione, da continuare a riempire di contenuti. Un giornalista non va mai in pensione. Sinché può continuare a scrivere. Per questo ho riservato una finestra al blog, in cui raccogliere i miei articoli più recenti che compaiono come editoriali sulla Prima pagina e nella Pagina dei commenti dell’Unione Sarda.

Biografia

 

Premio Saint Vincent di giornalismo, 1998
Premio Saint Vincent di giornalismo, 1998

Giornalista professionista, docente universitario a contratto, autore di saggi storici e culturali.

Nato a Cagliari il 26.12.1955, ho studiato al Liceo Classico Siotto e presso la facoltà di Lettere dove mi sono laureato nel 1979 con una tesi dedicata al romanzo “Il Giardino dei Finzi Contini” di Giorgio Bassani. L’intervista all’autore molti anni dopo diventerà la parte centrale di un ebook sul grande scrittore ferrarese.

Inizio a collaborare giovanissimo a L’Unione Sarda dal 1974 e sin dal liceo sono attratto dal giornalismo.

Ho svolto il servizio militare, dopo il corso ufficiali all’Accademia Navale di Livorno, presso lo Stato Maggiore della Marina Militare a Roma, all’Ufficio stampa e pubbliche relazioni.

Nel 1981 ho realizzato due numeri speciali del “Notiziario della Marina” dedicati ai 50 anni della nave scuola “Amerigo Vespucci” (dove sono stato imbarcato per la crociera primaverile che portò in giro per l’Italia una mostra ecologica) e per il Centenario dell’Accademia Navale.

 

Quarant’anni all’Unione Sarda

Assunto da L’Unione Sarda nel 1982 e nel 1984 divento giornalista professionista. Svolgo tutta la carriera nel più importante quotidiano sardo: da cronista a caporedattore centrale (1994) e quindi vicedirettore dal 1998, carica che terrò sino al pensionamento nel 2015 con ben otto direttori che si sono succeduti alla guida del giornale.

Tra le diverse esperienze professionali, cronista di cronaca giudiziaria per sette anni, responsabile della redazione di Oristano nel 2001, della Cronaca di Cagliari nel 2003-04 e della redazione di Roma nel 2011. Per un ventennio ricopro anche l’incarico di segretario di redazione, curo e realizzo numerosi inserti e supplementi speciali che il giornale pubblica annualmente in occasione di feste e sagre (Sant’Efisio, la Cavalcata Sarda, I Candelieri, la Sartiglia, il Redentore), grandi eventi (visite di Papi e Presidenti), anniversari (Grande Guerra, 150 anni dell’Unità d’Italia, Bombardamenti di Cagliari nel 1943, Brigata Sassari in Iraq) e altri.

Ho partecipato alla realizzazione dei Piani editoriali e dei rinnovamenti tecnologici riguardanti il lavoro redazionale e i sistemi integrati dal 1994 al 2001.

 

Esperienze all’estero

Diverse e varie esperienze all’estero. Tra il 1992 e il 1994 ho lavorato a Varsavia come giornalista referente del Gruppo italiano Unione Sarda proprietario del quotidiano “Zycie Warzsawy” e del network televisivo “Polonia 1”.  A Tel Aviv e a Beirut nel 1994 per la promozione di Video on line.

Inviato nel 1992 a Barcellona per seguire il presidente della Repubblica Francesco Cossiga. Nel novembre 2004 inviato speciale a Nassirya, in Iraq, a seguito della Brigata Sassari impegnata nella missione di pace; nel 2009 a Bruxelles per un vertice della Nato; nel 2010 a Tokyo per la settimana dedicata all’export sardo e a Budapest nel 2013 per un convegno su Grazia Deledda.

 

Collaborazioni con testate regionali e nazionali

Collaborazioni

Ho collaborato con testate regionali e nazionali, corrispondente per la Sardegna del “Secolo XIX” di Genova e dell’Agenzia Quotidiani Associati di Roma.

Ho scritto per il prestigioso annuario “L’Almanacco di Cagliari”, per il giornale degli emigrati “Il Messaggero Sardo” e per il periodico “Il Cagliaritano”.

Ho realizzato l’annuario turistico “Tuttosardegna” edito da Gestioni Pubblicitarie (1986/1989).

Dal 2005 sono stato referente per la Sardegna del progetto nazionale “Il Quotidiano in classe” promosso dall’Osservatorio Giovani Editori di Firenze a livello nazionale con la partecipazione dei principali quotidiani italiani per la diffusione della lettura nelle scuole superiori.

 

Premio Saint Vincent di giornalismo

Nel 1998 ho ricevuto il Premio nazionale Saint Vincent di giornalismo per la sezione riservata alle televisioni locali con un servizio dedicato ai “desaparecidos” sardi in Argentina trasmesso dall’emittente cagliaritana Videolina. Il Premio (nella foto in alto) mi è stato conferito dal presidente Oscar Luigi Scalfaro durante la tradizionale cerimonia al Quirinale.

 

Incarichi all’Università

Incarichi all’Università

Nel 2008 ho tenuto un corso presso la Facoltà di Lettere di Cagliari per il Master in  “Metodi e materiali per il turismo culturale in Sardegna”, con un laboratorio di tecniche di scrittura per la mediazione culturale e turistica.

In seguito a quella esperienza mi viene assegnata la cattedra di Teoria e Tecnica del linguaggio giornalistico, per i corsi di laurea triennale in Lettere e Beni Culturali, dal 2008-2009 al 2015-16.

Introduco nel mio corso un seminario per il progetto nazionale “Il Quotidiano in Ateneo”.

Il mio libro “Dalla linotype al web”, storia dei quotidiani in Sardegna è tuttora adottato come manuale del corso.

In pensione dal giornale nel 2015, lascio tutti gli incarichi professionali e l’università, ma continuo nei miei studi storici, a collaborare per diverse testate e con l’Università di Cagliari.

 

Pubblicazioni

“Cagliari raccontata” (ed. Edisar, 1990) vincitore del Premio Città di Cagliari 1991 del Lions Club

“Leopoli, il mistero dell’armata fantasma” (AM&D Edizioni, 1995)

“El Tano, i desaparecidos sardi in Argentina”(AM&D Edizioni, prima edizione 2000, seconda edizione aggiornata 2005)

“Storia del museo paleontologico dell’Università” (Almanacco di Cagliari, 1985)

“Storia dell’associazione Marinai d’Italia di Cagliari” (Almanacco di Cagliari, 1986)

“La postina dei sardi” (Almanacco di Cagliari, 1987)

“Borgo Sardegna” (Almanacco di Cagliari, 2018)

“Dalla linotype al web. I quotidiani sardi dalle origini ad oggi e l’avventura di Video on Line” (Cuec, 2014)

“Incontro con Giorgio Bassani” (AM&D Edizioni, 2016), anche edizione ebook con voce dell’intervista allo scrittore ferrarese

“Donato all’acqua, Sereco per il mondo” (Quorum Edizioni, Bari, 2019)

Archivio

Intervista a Bassani: Il Giardino dei Finzi Contini
Published at 2018, December 17
Show More

News

Polish and Sardinian Representations. Media&Art

L'Università di Cagliari incontra l'ateneo di Wroclaw

L’Università di Cagliari incontra l’Università di Wroclaw (Breslavia), importante centro economico e culturale della Polonia occidentale nell’ambito degli scambi culturali tra i dipartimenti dei due atenei. Tema dell’evento: “espressioni rappresentative del cinema e del giornalismo polacco e sardo attraverso le relazioni di docenti ed esperti di Wroclaw e Cagliari”. Un’importante occasione di confronto, nell’arco di […]

Continua a leggere

Comunicare con i numeri

Seminario presso Dipartimento di Economia

“Dalla notizia ai grafici: comunicare con i numeri”  è il tema del seminario che si terrà giovedì 28, venerdì 29 marzo e lunedì 1° aprile presso il Campus Aresu (dalle 10 alle 12), nell’ambito delle iniziative di approfondimento per il Master in Data Science, Business Analytics e Innovazione (DSBAI), avviato dal Dipartimento di Scienze Economiche […]

Continua a leggere

Casteddaius. Figure in caricatura

Mostra di Renato Figari

Nel palinsesto degli eventi di “CagliariPaesaggio” 2018, con il patrocinio del Comune di Cagliari, inaugura giovedì 5 luglio, alle ore 19, nello spazio espositivo del Centro ex I.S.O.L.A. nel bastione di Santa Croce a Cagliari, la mostra Casteddaius. Figure in caricatura di Renato Figari. Il castello di Cagliari, crocevia di incontri e appuntamenti mondani, di […]

Continua a leggere

Amici del libro

Conferenza sulla Grande Guerra

Giovedì 24 maggio alle 17,30 nell’ambito degli incontri degli Amici del Libro Carlo Figari terrà una conferenza sul tema “Grande Guerra, quattro anni di celebrazioni per l’anniversario della vittoria”. Introduce la prof.ssa Maria Grazia Vescuso, presidentessa dell’associazione. Durante la conferenza verranno mostrate numerose immagini d’epoca, alcune poco note e recuperate dal giornalista con il contributo […]

Continua a leggere

Conferenza su Giorgio Bassani

Presentazione ebook di Carlo Figari

In occasione delle celebrazioni nazionali per il Centenario della nascita del grande scrittore ferrarese Giorgio Bassani, mercoledì 9 novembre alle ore 11 presso l’aula magna G. Motzo della Facoltà di Lettere di Cagliari, verrà presentato l’ebook (uscito anche in edizione cartacea) del giornalista, saggista e docente universitario Carlo Figari intitolato “Incontro con Bassani” (edito da […]

Continua a leggere

Cerca nella categoria News:

Giornalismo

Verso una storiografia del giornalismo in Sardegna

Perché questa sezione del sito: un progetto ambizioso

Questa sezione è dedicata al giornalismo in Sardegna e ai giornalisti sardi, così come dice il sottotitolo del sito “Cronache, storia, giornalismo… non solo Sardegna” e come anticipato nella Prima Pagina dove illustro le finalità e gli obiettivi del presente progetto. In queste righe vorrei spiegare meglio il lavoro che ho cominciato a fare e che […]

Continua a leggere

Pillonca: «Raccontare le cose belle»

Un volume dedicato agli articoli di Paolo Pillonca

Cronaca, cultura, poesia, tradizioni popolari. Quarantuno articoli di Paolo Pillonca pubblicati dalle principali testate sarde tra la prima metà degli anni ’70 e il 2018. Quasi mezzo secolo di attività̀ giornalistica in giro per l’Isola a raccontare i drammi e le gioie della nostra terra con analisi originali e mai scontate. Il volume Pàulu ses […]

Continua a leggere

Alberto Aime, giornalista gentiluomo

Per 15 anni fu presidente dell'Ordine, scompare a 86 anni

All‘età di 86 anni se n’è andato Alberto Aime, giornalista cagliaritano dell’Unione Sarda dove ha lavorato dai primi anni sessanta al 1989 quando è andato in pensione. Da cronista a redattore capo ha vissuto i periodi più floridi e combattuti del quotidiano, con articoli, commenti, inchieste e un paziente lavoro per coordinare le redazioni, a […]

Continua a leggere

Alberto Aime, maestro di vita e di giornalismo

Il ricordo della figlia Cristiana, caposervizio della Rai

A un mese dalla scomparsa di Alberto Aime, pubblichiamo il commosso ricordo della figlia Cristiana, attuale caposervizio nella sede Rai Regione di Cagliari. Cristiana, prendendo spunto dal mio articolo pubblicato su questo sito, riprende la figura di Alberto che ha attraversato mezzo secolo di giornalismo sardo.   Il 9 gennaio Abbiamo celebrato la Messa per […]

Continua a leggere

Paolo Pillonca, giornalismo e poesia

Un premio alla memoria per l'intellettuale nuorese fondatore di Làcanas

Il premio letterario “Salvatore Cambosu” ad un anno dalla scomparsa (26 maggio 2018)  ha voluto onorare la memoria dell’indimenticato intellettuale nuorese Paolo Pillonca, conferendogli un riconoscimento speciale durante la cerimonia dell’ultima edizione, il 23 novembre 2019 nella sala mutimediale del Comune di Orotelli. Paolo Pillonca, nato a Osilo nel 1942, vissuto a lungo tra Seui, […]

Continua a leggere

Gianni Filippini, 65 anni di giornalismo

Nuovo riconoscimento allo storico direttore dell'Unione Sarda

In questo post ripercorriamo la lunga carriera di Gianni Filippini, giornalista, direttore dell’Unione Sarda per nove anni e poi direttore editoriale, critico letterario e assessore alla Cultura del Comune di Cagliari, attraverso articoli, interviste, citazioni e alcuni ricordi personali di chi ha avuto l’onore e il piacere di conoscerlo da vicino. Superato il traguardo degli […]

Continua a leggere

Un premio a Mario Sechi

Il direttore sardo dell'Agi e di List

Mario Sechi, direttore dell’agenzia nazionale AGI e del sito LIST ha ricevuto sabato 26 ottobre il Globo per il giornalismo, nell’ambito del “Festival internazionale della Letteratura di viaggio”. Il premio gli è stato conferito nella serata conclusiva nel salone della Fondazione Sardegna a Cagliari.   Volto noto dei programmi televisivi politici sulle reti nazionali, è […]

Continua a leggere

Il ricordo di Fabio Maria Crivelli

Articolo di Paolo Fadda a dieci anni dalla scomparsa

Fabio Maria Crivelli è stato il direttore più longevo dell’Unione Sarda che ha diretto quasi per un quarto di secolo, col primato inarrivabile di 22 anni di fila e poi richiamato dal suo buen retiro nella villa di Sinnai, per un biennio durante un difficile momento del giornale. Grande direttore e giornalista, ma anche scrittore […]

Continua a leggere

Il 25 aprile di Fabio Maria Crivelli

Un saggio di Gianfranco Murtas nel decennale della morte del grande direttore

Nel decennale della morte di Fabio Maria Crivelli, il suo maggior biografo Gianfranco Murtas ha pubblicato un lungo articolo sul sito giornalia.com che – dice l’autore – come una “preghiera laica”, tratta di lui sotto vari aspetti, e presenta una serie di suoi scritti sul 25 aprile. Riportiamo l’incipit dell’articolo che è un appassionato ricordo di […]

Continua a leggere

Giorgio Pisano, cronista

Una tesi di laurea dedicata al grande giornalista

A Giorgio Pisano, storico inviato, ex-vicedirettore dell’Unione Sarda e maestro di una generazione di cronisti, scomparso il 20 agosto 2016 a soli 66 anni, è stata dedicata la sala conferenze del “suo” giornale nella sede di “via dei Giornalisti” a Santa Gilla dove spesso vengono ospitati gli incontri organizzati dall’Ordine per l’aggiornamento professionale. Un caso […]

Continua a leggere

Blog

I conti con il passato

La giornata dedicata al ricordo della Shoah

La giornata della Memoria si commemora ogni 27 gennaio per ricordare l’Olocausto degli ebrei. L’anniversario segna l’arrivo dei soldati dell’Armata Rossa che liberarono il campo di sterminio di Auschwitz dove fu eliminato oltre un milione di uomini, donne, bambini. Non solo ebrei. Nel lager finirono oppositori politici, rom, disabili, omosessuali, prigionieri russi e tutti i […]

Continua a leggere

L’Italia e il caos libico

Missioni di pace da rivedere

La Libia è nel caos in una situazione sempre più confusa. Attacchi, morti e accuse reciproche tra Fayez al Sarraj e Khalifa Haftar. Proprio ciò che si aspettava Erdogan per dare il via al suo piano militare in appoggio al governo di Tripoli riconosciuto dall’Onu. Ora come si muoverà l’Italia di fronte a un vero […]

Continua a leggere

Due esempi per l’Italia

Il presidente Mattarella e la senatrice Segre

Beato il popolo che non ha bisogno di eroi, diceva Brecht. L’Italia oggi sicuramente non cerca un eroe, ma personaggi che siano esempio e punto di riferimento per un Paese fortemente disorientato forse sì. Uomini e donne al di sopra delle parti, che sappiano parlare a tutti e che tutti possano a loro guardare con […]

Continua a leggere

Esteri: Italia senza bussola

Il vertice della Nato e la nostra politica internazionale

Con elezioni regionali in vista, i problemi su Mes, Ilva, Alitalia, Autostrade, l’agenda del governo è concentrata sul dibattito interno che lascia poco spazio per guardare al di là dei confini. Luigi Di Maio ha voluto per sé il dicastero degli esteri, ma tutto preso dal ruolo di leader dei Cinquestelle non gli rimane certo […]

Continua a leggere

Il Sud America in ebollizione

Finisce nel caos la "marea rosa" dei governi di sinistra

Con l’uscita di scena di Evo Morales dimessosi da presidente della Bolivia, dei leader della cosiddetta “marea rosa” in America Latina (così era stato definito il blocco di democrazie sudamericane che avevano eletto leader di sinistra) non rimane quasi più nessuno. Dopo le spietate dittature militari degli anni Settanta-Ottanta, è trascorso un ventennio di ripresa […]

Continua a leggere

Trent’anni senza il muro

L'anniversario della fine del blocco comunista

Per noi giovani occidentali degli anni 70/80 il Muro di Berlino rappresentava il simbolo della guerra fredda, la reale barriera tra due mondi diversi della stessa Europa, il confine tra le libertà della democrazia e le costrizioni del comunismo. Non a caso il muro, che divideva la città tedesca rinchiudendo i cittadini dell’ovest in una […]

Continua a leggere

La Brigata Sassari si rafforza

Nel nuovo modello di Difesa

La Brigata Sassari festeggia il 4 novembre, celebrazione dell’Unità e delle Forze Armate, con qualche giorno in anticipo. Da oggi, infatti, conta un reggimento in più che ha preso sede nella caserma “Mereu” a San Bartolomeo. Si tratta del reggimento “logistico Sassari” costituito dal disciolto battaglione “Cremona” di cui assume la gloriosa bandiera di guerra. […]

Continua a leggere

L’arroganza del sultano turco

Il sacrificio dei curdi, la Turchia rebus per Ue e Nato

Il sultano turco ha gettato la maschera, semmai ce ne fosse stato bisogno, per mostrare senza infingimenti il volto del feroce dittatore. Recep Tayyip Erdogan ha trovato a pieno titolo il suo posto nella galleria dei leader “cattivi” che hanno segnato nel sangue il destino dei popoli mediorientali dalla seconda metà del secolo scorso ad […]

Continua a leggere

L’Unione Sarda compie 130 anni

Tra i quotidiani italiani più longevi

L’Unione Sarda si avvia a celebrare domenica l’anniversario dei 130 anni, a conclusione di un anno di numerose iniziative editoriali che hanno ricordato il ruolo e il peso del nostro giornale nell’Isola e tra i sardi. Ogni mercoledì sono state riproposte le prime pagine del quotidiano, a partire dalle edizioni di fine Ottocento sino agli […]

Continua a leggere

Viva le buone notizie

La bad news nemiche dei giornali

Un terzo della popolazione mondiale evita di leggere le notizie. Il motivo? Per più della metà delle persone (il 58 per cento) sta nella negatività delle news e nel senso di impotenza che generano, soprattutto quando i lettori non vedono soluzioni per risolvere i temi trattati. È questo il dato più evidente che emerge dall’ultima […]

Continua a leggere

Cerca nel Blog:

Ultimi articoli dal Blog:

Contatti

Compila il form

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Contributi

Sono ben accetti suggerimenti e contributi riguardanti i temi trattati nel sito che l’autore si riserva di pubblicare compatibilmente con gli spazi.

Carlo Figari

Facebook
Instagram
YouTube

 

Tel.: +39 348 52 06 172

E-mail: info@carlofigari.it

 

Copyright©2018 www.CarloFigari.it

 
Tutti i diritti di testi, foto, video e Pdf sono riservati e coperti dalle norme sul copyright. Eventuali riproduzioni a scopo didattico, di ricerca o per pubblicazioni di qualsiasi genere e con ogni mezzo cartaceo e/o elettronico, sono ammesse dietro preventiva richiesta all’autore e con obbligo di citazione della fonte.
 
 
I Pdf delle pagine de L’Unione Sarda pubblicati in questo sito sono riservati e coperti da copyright. Eventuale pubblicazione richiede diretta ed esclusiva autorizzazione de L’Unione Sarda.

Created by potrace 1.10, written by Peter Selinger 2001-2011 Layer 1 Created by potrace 1.10, written by Peter Selinger 2001-2011 Layer 1