Fosse Ardeatine, verità oscurate

L'anniversario della strage 75 anni dopo
L'Unione Sarda - 24.03.2019

A settantacinque anni dalla strage delle Fosse Ardeatine, il 24 marzo del 1944, ancora brucia il ricordo della rocambolesca fuga dall’ospedale militare Celio di Roma di Herbert Kappler, comandante della Gestapo nella capitale e condannato all’ergastolo quale criminale di guerra. Fu lui il principale responsabile del massacro di 335 civili e militari detenuti nelle carceri […]

Continua a leggere

Fosse Ardeatine, 335 croci

75 anni fa l'eccidio nazista dopo l'attentato di via Rasella

di Martino Contu La carneficina delle Fosse Ardeatine del  24 marzo 1944 non fu l’unica e neppure l’ultima strage perpetrata dai nazisti a Roma durante l’occupazione militare  della capitale (8 settembre 1943 – 4 giugno 1944). Infatti, essa fu preceduta e seguita da altre stragi (Forte Bravetta, Pietralata, Ostiense, La Storta). La strage delle Fosse […]

Continua a leggere

Il carabiniere Candido Manca

Nella Resistenza con la banda Caruso, poi la cattura

di Martino Contu  Candido Manca nacque a Dolianova (Cagliari), 31 gennaio 1907. Brigadiere dell’Arma dei Carabinieri. Medaglia d’oro al Valor Militare. Ucciso alle Fosse Ardeatine il 24 marzo 1944 a 37 anni. Nipote del colonnello Giuseppe Manca Sciacca – cavaliere dei Santi Maurizio e Lazzaro e della Corona d’Italia, che combatté nelle guerre di indipendenza – […]

Continua a leggere

Gerardo Sergi, tradito da una spia

Il carabiniere di Portoscuso che combatté con la Resistenza

di Martino Contu Gerardo Sergi di Portoscuso (Cagliari), 25 marzo 1917. Brigadiere dell’Arma dei Carabinieri. Medaglia d’oro al V.M. Ucciso alle Fosse Ardeatine. Il 12 giugno 1938, giunse alle armi per anticipazione e frequentò il Corso “Allievi Carabinieri a piedi” presso la Legione Allievi di Roma per la ferma di tre anni. Trasferito a Gela […]

Continua a leggere

Pasqualino Cocco, il pilota partigiano

Il sedilese rifiutò di unirsi al battaglione sardo dei repubblichini

di Martino Contu Sedilo (Oristano), 5 gennaio 1920. Sergente pilota dell’Aeronautica. Pasqualino Cocco tra il 1938 e il 1939 seguì un corso di volo a Borore (NU) al termine del quale gli fu rilasciato il brevetto di pilota civile di I grado. Giunto alle armi, nel luglio del 1941, con il grado di I aviere […]

Continua a leggere

L’eroico Agostino Napoleone

Il valoroso ufficiale di Marina fu tradito da un delatore

di Martino Contu   Nato a Cagliari il 14 settembre 1918, ma carlofortino di adozione. Sottotenente di Vascello della Regia Marina. Medaglia d’argento al V.M. Trascorse gran parte della sua infanzia a Carloforte, nell’isola di San Pietro. Diplomatosi all’Istituto nautico “Buccari” di Cagliari, negli  anni 1938-39 si imbarcò come allievo ufficiale in una nave traghetto […]

Continua a leggere

Il latinista Salvatore Canalis

Insegnante originario di Tula entrò nella Resistenza romana

di Martino Contu   Tula (Sassari), 14 novembre 1908. Professore di greco e latino alla Scuola Militare di Roma. Ausiliario della Guardia Palatina. Militante del Partito d’Azione. Dopo aver frequentato le scuole elementari nel paese natio, proseguì i suoi studi in Sardegna e poi a Roma, presso la cui Università si laureò a pieni voti […]

Continua a leggere

L’avvocato Giuseppe Medas

Il silenzioso eroe sardo di Narbolia

di Martino Contu Narbolia (Oristano), 27 agosto 1908. Avvocato. Sottotenente di complemento dell’81° Fanteria. Militante del Partito d’Azione. Rimasto orfano di padre in tenera età, compì gli studi elementari a Narbolia e quelli medi e superiori ad Oristano. Trasferitosi a Roma, si iscrisse all’Università capitolina e conseguì la laurea in giurisprudenza, dedicandosi poi alla professione […]

Continua a leggere

Il contadino partigiano

Antonio Ignazio Piras di Lotzorai reduce della Grande Guerra

di Martino Contu  Lotzorai (Nuoro), 12 giugno 1879. Contadino. Combattente della Grande Guerra.  Antonio Ignazio Piras fu chiamato alle armi per mobilitazione col R.D. del 22 maggio 1915 e assegnato prima al 317° Battaglione di Fanteria e poi al 319°. Il 23 gennaio del 1917 giunse al deposito del 46° Reggimento Fanteria e il 28 […]

Continua a leggere

Il garibaldino Sisinnio Mocci

Una vita avventurosa di viaggi e battaglie per i suoi ideali di comunista

di Martino Contu   Villacidro (Cagliari), 31 dicembre 1903. Fabbro, aggiustatore meccanico. Tenente inquadrato nel II Battaglione della XII Brigata Internazionale “Garibaldi” in Spagna. Rivoluzionario comunista.   Proveniente da una famiglia di braccianti agricoli, risiedette a Villacidro sino al 1922; poi a Roma (1922-1925); Albona, in Istria (Croazia, 1925-1927); Argentina (1927-1930); Harnes, dipartimento di Calè […]

Continua a leggere
Copyright©2018 www.CarloFigari.it - Privacy & Cookie Policy