Ultimo articolo dal blog
La memoria dell’indicibile
Il ricordo della Shoah

Era il 1962 quando un libro e un clamoroso processo svelarono agli italiani l’enormità dell’Olocausto, volutamente dimenticato dal dopoguerra perché i superstiti non volevano più ricordare l’orrore della persecuzione e i carnefici facevano di tutto per nascondere responsabilità e crimini, oltre a riciclarsi nella nuova Italia democratica. “Il Giardino dei Finzi Contini” fu uno dei […]

L’Unione Sarda, 26.10.2023

Continua a leggere

Prima Pagina

Cronache, storia, libri... non solo Sardegna.

Perché questo sito

Cronache, storia, giornalismo… non solo Sardegna.

Il sottotitolo riassume i contenuti e le finalità di questo sito. Una volta si usavano le cartelle per archiviare articoli, giornali, ritagli, documenti… e gli scaffali per sistemare, secondo un metodo personalissimo, la libreria dove poter trovare a occhi chiusi il volume iniziato o accantonato in un particolare punto in attesa dell’ispirazione.

Oggi c’è il web. Che tutto accoglie, conserva e mette a disposizione. Di chi, per chi e che cosa, è un altro discorso. Intanto carichiamo su internet di tutto, dai testi alle immagini, dalla musica ai video. Poi si vedrà. Eliminare è un attimo. Con un clic scompare in un istante un’intera vita custodita in un archivio digitale.

Più faticoso gettare nei sacchi centinaia di volumi, montagne di vecchi giornali, lettere e documenti senza storia, cartacce di ogni genere che quando vengono conservate magari hanno un significato sentimentale, rappresentano un fatto o un ricordo, ma che dopo di te alla fine non interessano più a nessuno.

Però c’è archivio e archivio. L’archivio personale dei propri affetti e l’archivio della memoria collettiva che custodisce un piccolo tassello di una storia comune. La storia di ciascuno si intreccia nel tempo con le storie degli altri, con il luogo, la lingua, le tradizioni e la cultura di un popolo. Per questo gli “archivi” sono importanti e aiutano i ricercatori o i cronisti per ricostruire e raccontare una storia.

Grande passione

Cronache, storia, libri... non solo Sardegna.Da quando ho scritto il mio primo articolo di cronista, nel lontano 1974, praticamente ho fatto di questa quotidiana ricerca l’obiettivo della mia professione e quindi della mia vita. Sono stato fortunato. E felice. Ho potuto svolgere il lavoro che sin da studente del liceo avevo immaginato di fare, e che penso sia il più bello del mondo. Il giornalista. L’ho fatto con entusiasmo, passione, piacere, con fatica e stress, con soddisfazione per uno “scoop” e delusione per un “buco”, ma sempre consapevole di avere una grande responsabilità. Quella di fare informazione.

Non c’è differenza nello scrivere una notizia in breve o un lungo reportage: bisogna sempre informare bene e con onestà rispettando le regole del mestiere. L’obiettività non esiste, è un’utopia che si insegna nelle scuole di giornalismo, ma fare del buon giornalismo è possibile.

Il giudizio ai lettori

I nostri lettori sono i nostri giudici e noi siamo lo specchio di ciò che scriviamo. Dobbiamo sempre guardarci senza dover mai vergognarci o avere dubbi su ciò che pubblichiamo. E  lo dico soprattutto per i giovani che si avvicinano a questo lavoro, che non è finito come molti pensano, ma anzi con internet si è sviluppato senza più confini.

Non so se sia riuscito in quarant’anni a tenere fede agli ideali della professione, ma so che ci ho provato credendo profondamente in questo lavoro. Sono gli altri che potrebbero dirlo e sono i miei articoli usciti sull’Unione Sarda, il quotidiano in cui ho trascorso tutta la carriera da cronista a vicedirettore, e nelle tante testate a cui ho collaborato. Scrivendo tutti i giorni si fanno presto i calcoli: cinque, seimila articoli di ogni genere. Chissà. Come mattoni, uno sull’altro, un piccolo edificio.

Archivio da condividere

Nel mio archivio di casa conservo molti di quegli articoli, di prime pagine in occasione di eventi eccezionali, di ritagli, supplementi, inserti, numeri zero e primi numeri di nuovi quotidiani, appunti, bozze, foto. Tutti conservati in cartelline a tema. Rappresentano il mio lavoro, i miei interessi, i miei ricordi. Probabile destinati a finire in quei bustoni neri dei rifiuti. Ma qualcosa si può salvare e mettere a disposizione di chi possa essere interessato a quei temi di cui mi sono occupato per i giornali e per i libri che ho pubblicato.

Archeologia, storia, turismo, sport, società, cronaca… Alcune di quelle storie, a cui ho dedicato anni di ricerche e articoli, sono diventate dei libri. Certo, in gran parte parlano della Sardegna, ma partendo dal nostra terra sono arrivato a raccontare storie più grandi, nazionali o che superano il nostro mare. Come le vicende dei “desaparecidos” italiani in Argentina, i militari e civili sardi finiti nelle foibe istriane, i martiri sardi uccisi nelle Fosse Ardeatine, le missioni della Brigata Sassari sui fronti caldi del pianeta, la Grande Guerra o il Secondo conflitto mondiale.

Così, grazie al web, ho deciso di “salvare” le pagine che ritengo più interessanti per l’aspetto storico e pubblico e di creare questo sito per mettere a disposizione articoli che altrimenti andrebbero persi o faticosamente ricercati nelle collezioni del quotidiano e delle testate in cui sono usciti.

Giornali e giornalismo

Ho pensato, con una non celata ambizione, di dedicare una sezione alla storia dei giornali e del giornalismo in Sardegna, un tema poco studiato in passato e di conseguenza carente di una bibliografia adeguata. Soprattutto per quanto riguarda i quotidiani, mentre è più ricca la pubblicistica sui periodici. Spero in un forte contributo di storici, studiosi e colleghi giornalisti per costruire un sito dinamico, che possa diventare un punto di riferimento e un archivio in costante rinnovamento.

Dalla cronaca alla storia: i libri e il blog

Inoltre questa finestra sul web è anche la vetrina dei miei libri pubblicati. Il sito, diversamente da un giornale, è uno spazio infinito, senza tempo. Vorrei pensarlo come un progetto in evoluzione, da continuare a riempire di contenuti. Un giornalista non va mai in pensione. Sinché può continuare a scrivere. Per questo ho riservato una finestra al blog, in cui raccogliere i miei articoli più recenti che compaiono come editoriali sulla Prima pagina e nella Pagina dei commenti dell’Unione Sarda.

Biografia

 

Premio Saint Vincent di giornalismo, 1998
Premio Saint Vincent di giornalismo, 1998

Giornalista professionista, docente universitario a contratto, autore di saggi storici e culturali.

Nato a Cagliari il 26.12.1955, ho studiato al Liceo Classico Siotto e presso la facoltà di Lettere dove mi sono laureato nel 1979 con una tesi dedicata al romanzo “Il Giardino dei Finzi Contini” di Giorgio Bassani. L’intervista all’autore molti anni dopo diventerà la parte centrale di un ebook sul grande scrittore ferrarese.

Inizio a collaborare giovanissimo a L’Unione Sarda dal 1974 e sin dal liceo sono attratto dal giornalismo.

Ho svolto il servizio militare, dopo il corso ufficiali all’Accademia Navale di Livorno, presso lo Stato Maggiore della Marina Militare a Roma, all’Ufficio stampa e pubbliche relazioni.

Nel 1981 ho realizzato due numeri speciali del “Notiziario della Marina” dedicati ai 50 anni della nave scuola “Amerigo Vespucci” (dove sono stato imbarcato per la crociera primaverile che portò in giro per l’Italia una mostra ecologica) e per il Centenario dell’Accademia Navale.

 

Quarant’anni all’Unione Sarda

Assunto da L’Unione Sarda nel 1982 e nel 1984 divento giornalista professionista. Svolgo tutta la carriera nel più importante quotidiano sardo: da cronista a caporedattore centrale (1994) e quindi vicedirettore dal 1998, carica che terrò sino al pensionamento nel 2015 con ben otto direttori che si sono succeduti alla guida del giornale.

Tra le diverse esperienze professionali, cronista di cronaca giudiziaria per sette anni, responsabile della redazione di Oristano nel 2001, della Cronaca di Cagliari nel 2003-04 e della redazione di Roma nel 2011. Per un ventennio ricopro anche l’incarico di segretario di redazione, curo e realizzo numerosi inserti e supplementi speciali che il giornale pubblica annualmente in occasione di feste e sagre (Sant’Efisio, la Cavalcata Sarda, I Candelieri, la Sartiglia, il Redentore), grandi eventi (visite di Papi e Presidenti), anniversari (Grande Guerra, 150 anni dell’Unità d’Italia, Bombardamenti di Cagliari nel 1943, Brigata Sassari in Iraq) e altri.

Ho partecipato alla realizzazione dei Piani editoriali e dei rinnovamenti tecnologici riguardanti il lavoro redazionale e i sistemi integrati dal 1994 al 2001.

Dal 2015 continua la collaborazione col giornale, in qualità di editorialista, con analisi e commenti nella Prima pagina e nella pagina dei Lettori. Gli articoli sono raccolti in questo sito nella sezione BLOG.

 

Esperienze all’estero

Diverse e varie esperienze all’estero. Tra il 1992 e il 1994 ho lavorato a Varsavia come giornalista referente del Gruppo italiano Unione Sarda proprietario del quotidiano “Zycie Warzsawy” e del network televisivo “Polonia 1”.  A Tel Aviv e a Beirut nel 1994 per la promozione di Video on line.

Inviato nel 1992 a Barcellona per seguire il presidente della Repubblica Francesco Cossiga. Nel novembre 2004 inviato speciale a Nassirya, in Iraq, a seguito della Brigata Sassari impegnata nella missione di pace; nel 2009 a Bruxelles per un vertice della Nato; nel 2010 a Tokyo per la settimana dedicata all’export sardo e a Budapest nel 2013 per un convegno su Grazia Deledda.

 

Collaborazioni con testate regionali e nazionali

Collaborazioni

Ho collaborato con testate regionali e nazionali, corrispondente per la Sardegna del “Secolo XIX” di Genova e dell’Agenzia Quotidiani Associati di Roma.

Ho scritto per il prestigioso annuario “L’Almanacco di Cagliari”, per il giornale degli emigrati “Il Messaggero Sardo” e per il periodico “Il Cagliaritano”.

Ho realizzato l’annuario turistico “Tuttosardegna” edito da Gestioni Pubblicitarie (1986/1989).

Dal 2005 sono stato referente per la Sardegna del progetto nazionale “Il Quotidiano in classe” promosso dall’Osservatorio Giovani Editori di Firenze a livello nazionale con la partecipazione dei principali quotidiani italiani per la diffusione della lettura nelle scuole superiori.

 

Premio Saint Vincent di giornalismo

Nel 1998 ho ricevuto il Premio nazionale Saint Vincent di giornalismo per la sezione riservata alle televisioni locali con un servizio dedicato ai “desaparecidos” sardi in Argentina trasmesso dall’emittente cagliaritana Videolina. Il Premio (nella foto in alto) mi è stato conferito dal presidente Oscar Luigi Scalfaro durante la tradizionale cerimonia al Quirinale.

 

Incarichi all’Università

Incarichi all’Università

Nel 2008 ho tenuto un corso presso la Facoltà di Lettere di Cagliari per il Master in  “Metodi e materiali per il turismo culturale in Sardegna”, con un laboratorio di tecniche di scrittura per la mediazione culturale e turistica.

In seguito a quella esperienza mi viene assegnata la cattedra di Teoria e Tecnica del linguaggio giornalistico, per i corsi di laurea triennale in Lettere e Beni Culturali, dal 2008-2009 al 2015-16.

Introduco nel mio corso un seminario per il progetto nazionale “Il Quotidiano in Ateneo”.

Il mio libro “Dalla linotype al web”, storia dei quotidiani in Sardegna è tuttora adottato come manuale del corso.

In pensione dal giornale nel 2015, lascio tutti gli incarichi professionali e l’università, ma continuo nei miei studi storici, a collaborare per diverse testate e con l’Università di Cagliari.

 

Pubblicazioni

Cagliari raccontata” (ed. Edisar, 1990) vincitore del Premio Città di Cagliari 1991 del Lions Club

“Leopoli, il mistero dell’armata fantasma” (AM&D Edizioni, 1995)

“El Tano, i desaparecidos sardi in Argentina”(AM&D Edizioni, prima edizione 2000, seconda edizione aggiornata 2005)

“Storia del museo paleontologico dell’Università” (Almanacco di Cagliari, 1985)

“Storia dell’associazione Marinai d’Italia di Cagliari” (Almanacco di Cagliari, 1986)

La postina dei sardi” (Almanacco di Cagliari, 1987)

“Borgo Sardegna” (Almanacco di Cagliari, 2018)

“Dalla linotype al web. I quotidiani sardi dalle origini ad oggi e l’avventura di Video on Line” (Cuec, 2014)

“Incontro con Giorgio Bassani” (AM&D Edizioni, 2016), anche edizione ebook con voce dell’intervista allo scrittore ferrarese

“La Madonna di Bonaria. Un culto tra Cagliari e Buenos Aires” (L’Unione Sarda, 2013), prefazione al volume di Roberto Porrà, pubblicato in occasione della visita di Papa Francesco.

“Donato all’acqua, Sereco per il mondo” (Quorum Edizioni, Bari, 2019)

“La costruzione dell’identità sarda attraverso il processo politico e culturale dei giornali”, saggio compreso nel volume “Sguardi contemporanei, Studi multidisciplinari in onore di Francesco Atzeni”. AA VV, Morlacchi editore, Cagliari, 2019. Pubblicazione del Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali dell’Università degli Studi di Cagliari.

Archivio

News Home

  • Storia del giornalismo in Sardegna

    Presentazione del sito di Carlo Figari
    Storia del giornalismo in Sardegna
    Dal primo periodico uscito con soli tre numeri nel 1793, l’Ebdomadario di Sardegna, alle ultime iniziative editoriali degli anni Duemila, attraverso le vicende degli ultra secolari quotidiani L’Unione Sarda e ...
    Continua a leggere
  • Polish and Sardinian Representations. Media&Art

    L'Università di Cagliari incontra l'ateneo di Wroclaw
    Polish and Sardinian Representations. Media&Art
    L’Università di Cagliari incontra l’Università di Wroclaw (Breslavia), importante centro economico e culturale della Polonia occidentale nell’ambito degli scambi culturali tra i dipartimenti dei due atenei. Tema dell’evento: “espressioni rappresentative ...
    Continua a leggere
  • Comunicare con i numeri

    Seminario presso Dipartimento di Economia
    Comunicare con i numeri
    “Dalla notizia ai grafici: comunicare con i numeri”  è il tema del seminario che si terrà giovedì 28, venerdì 29 marzo e lunedì 1° aprile presso il Campus Aresu (dalle ...
    Continua a leggere
  • Casteddaius. Figure in caricatura

    Mostra di Renato Figari
    Casteddaius. Figure in caricatura
    Nel palinsesto degli eventi di “CagliariPaesaggio” 2018, con il patrocinio del Comune di Cagliari, inaugura giovedì 5 luglio, alle ore 19, nello spazio espositivo del Centro ex I.S.O.L.A. nel bastione ...
    Continua a leggere
  • Amici del libro

    Conferenza sulla Grande Guerra
    Amici del libro
    Giovedì 24 maggio alle 17,30 nell’ambito degli incontri degli Amici del Libro Carlo Figari terrà una conferenza sul tema “Grande Guerra, quattro anni di celebrazioni per l’anniversario della vittoria”. Introduce ...
    Continua a leggere
  • Conferenza su Giorgio Bassani

    Presentazione ebook di Carlo Figari
    Conferenza su Giorgio Bassani
    In occasione delle celebrazioni nazionali per il Centenario della nascita del grande scrittore ferrarese Giorgio Bassani, mercoledì 9 novembre alle ore 11 presso l’aula magna G. Motzo della Facoltà di ...
    Continua a leggere
  • Storia dei quotidiani sardi

    Il libro di Carlo Figari all'Associazione della Stampa
    Storia dei quotidiani sardi
    Oggi alle 10 sala conferenze dell’Associazione della stampa sarda, via Barone Rossi 29, Cagliari “Dalla linotype al web, i quotidiani sardi dalle origini ad oggi e l’avventura di Video On ...
    Continua a leggere

Cerca nella categoria News:

Giornalismo Home

  • Verso una storiografia del giornalismo in Sardegna

    Perché questa sezione del sito: un progetto ambizioso
    Verso una storiografia del giornalismo in Sardegna
    Questa sezione è dedicata al giornalismo in Sardegna e ai giornalisti sardi, così come dice il sottotitolo del sito “Cronache, storia, giornalismo… non solo Sardegna” e come anticipato nella Prima Pagina ...
    Continua a leggere
  • Paolo Fadda, testimone di un’epoca

    La scomparsa a 92 anni del giornalista e saggista cagliaritano
    Paolo Fadda, testimone di un'epoca
    Dopo la scomparsa di Gianni Filippini, decano dei giornalisti sardi, a pochi giorni di distanza, un nuovo lutto ha colpito la cultura sarda  in questo triste inizio del 2023. Dopo ...
    Continua a leggere
  • Filippini, il direttore gentiluomo

    Scompare il decano dei giornalisti sardi
    Filippini, il direttore gentiluomo
    L’ultimo giorno dell’anno scompare all’età di novanta Gianni Filippini (Cagliari 1932-2022), il decano dei giornalisti sardi. In lutto il mondo del giornalismo e della cultura. La notizia viene data sui siti ...
    Continua a leggere
  • La lezione del “maestro”

    L'intervista di Lorenzo Paolini a Filippini nel 2018
    La lezione del "maestro"
    Questo articolo è stato pubblicato sabato 3 marzo 2018, il 31 dicembre precedente Gianni Filippini aveva lasciato la direzione editoriale de L’Unione Sarda. L’autore della lunga intervista riproposta dal giornale ...
    Continua a leggere
  • La lingua dei primi periodici

    Il saggio di Anna Mura Porcu
    La lingua dei primi periodici
    Cambia la lingua nel tempo, si rinnova, si modifica, si semplifica secondo l’uso comune. I giornali sin dall’ottocento hanno contribuito in modo determinante a codificare l’italiano come lingua comune e ...
    Continua a leggere
  • Il primo giornale sardo nasce nel 1793

    La breve vita del Gazzettino ebdomadario di Sardegna
    Il primo giornale sardo nasce nel 1793
    La prima testata isolana, così come può essere inteso un giornale moderno con notizie di cronaca e commenti, uscì nel gennaio-febbraio del 1793, mentre la flotta francese attaccava Cagliari, Ma ...
    Continua a leggere
  • Nuova tesi su VL

    Laurea in giornalismo all'università di Parma
    Nuova tesi su VL
    Videolina, la prima emittente sarda nell’attuale panorama regionale delle tv private e tra le prime a nascere in Italia alla fine degli anni Settanta, continua ad essere oggetto di studio ...
    Continua a leggere
  • Lo sviluppo dell’emittenza privata

    L'analisi di Giorgia Tocco
    Lo sviluppo dell'emittenza privata
    Si intitola “L’emittenza privata italiana. Approfondimento sulla tv locale in Sardegna e analisi di Videolina”, la tesi di laurea in Giornalismo, Cultura Editoriale e Comunicazione realizzata da Giorgia Tocco a ...
    Continua a leggere
  • Paolo Fadda, tra politica e giornalismo

    Intervista su TCS all'ultranovantenne editorialista cagliaritano
    Paolo Fadda, tra politica e giornalismo
    Superato lucidamente e brillantemente il traguardo dei novant’anni Paolo Fadda è ancora un protagonista del panorama giornalistico sardo con i suoi puntuali editoriali sull‘Unione Sarda di cui di sicuro è ...
    Continua a leggere
  • Filippini, decano dei giornalisti sardi

    L'intervista di Cabasino nel programma per Tcs
    Filippini, decano dei giornalisti sardi
    “Ritratti di Sardegna” nuovo programma di intrattenimento di taglio politico socio economico, interviste di diversi personaggi del mondo politico, imprenditoriale e culturale dell’Isola. Curato da Mario Cabasino, il format si ...
    Continua a leggere

Cerca nella categoria Giornalismo:

Articoli:

Blog Home

  • La memoria dell’indicibile

    Il ricordo della Shoah
    La memoria dell'indicibile
    Era il 1962 quando un libro e un clamoroso processo svelarono agli italiani l’enormità dell’Olocausto, volutamente dimenticato dal dopoguerra perché i superstiti non volevano più ricordare l’orrore della persecuzione e ...
    Continua a leggere
  • Il nodo della pace è sempre la Crimea

    La minaccia della flotta russa
    Il nodo della pace è sempre la Crimea
    Due luoghi legati a guerre hanno determinato la storia della Russia zarista e quella di oggi sui quali nessun russo putiniano è disposto neppure a parlarne. Si chiamano Tsushima e ...
    Continua a leggere
  • Un anno all’insegna delle armi

    Chiude il 2022 con le guerre e si annuncia un 2023 di paura
    Un anno all'insegna delle armi
    Il 2022 si chiude nel segno delle armi a dieci mesi dall’inizio dell’attacco all’Ucraina. Per la prima volta Putin in un suo discorso ha usato la parola “guerra”, violando il ...
    Continua a leggere
  • Ma i giovani se ne vanno

    Inarrestabile l'emigrazione degli italiani in cerca di lavoro sicuro
    Ma i giovani se ne vanno
    I numeri degli occupati diffusi nei giorni scorsi (in aumento rispetto al primo semestre) e alcuni dati sulla ripresa dell’economia sembrano incoraggianti, a seconda di come e da chi vengono ...
    Continua a leggere
  • Quelle madri contro i dittatori

    La protesta in Russia e l'esempio argentino
    Quelle madri contro i dittatori
    Contro l’arroganza del potere e la violenza della repressione le uniche armi degli oppositori sono le voci delle proteste. Fiumi di persone che sfilano per le strade con striscioni e ...
    Continua a leggere
  • Anniversari che dividono

    La proposta di La Russa fa discutere
    Anniversari che dividono
    Dietro ogni data c’è un anniversario e dietro ogni ricorrenza una storia. Ogni giorno del calendario è dedicato a qualcuno o ad un fatto da celebrare per ricordare i passi ...
    Continua a leggere
  • Il Generale Inverno

    L'arma in più di Putin
    Il Generale Inverno
    Il “Generale Inverno” è un’espressione molto presente di questi tempi sui giornali. Pregnante di significati storici, metafora emblematica e utile ai titolisti che, con due parole, riassumono un tema ben ...
    Continua a leggere
  • Il turismo ieri e oggi

    Oltre l'estate, dentro la Sardegna
    Il turismo ieri e oggi
    Dice un saggio del 1966: «Qualche anno fa al primo manifestarsi del fenomeno turistico che ha condotto la Sardegna alla ribalta internazionale gli itinerari proposti al turista riguardavano quasi esclusivamente le ...
    Continua a leggere
  • Dietro il boom della nautica

    In Sardegna il settore in crescita
    Dietro il boom della nautica
    La ripresa alla grande del turismo in Sardegna si accompagna al boom del diporto nautico che ha fatto registrare un movimento nei porti mai visto in passato. La voglia di ...
    Continua a leggere
  • Polveriera Balcani

    La crisi tra Serbia e Kosovo
    Polveriera Balcani
    L’Unione Europea c’è e se esiste una reale volontà di mediazione tra le parti l’azione politica di Bruxelles può arrivare a risultati positivi. Lo dimostra l’accordo in extremis raggiunto tra ...
    Continua a leggere

Cerca nel Blog:

Articoli dal Blog:

Contatti

Compila il form
0 + 2 =
Contributi

Sono ben accetti suggerimenti e contributi riguardanti i temi trattati nel sito che l’autore si riserva di pubblicare compatibilmente con gli spazi.

Carlo Figari

Facebook
Instagram
YouTube

 

Tel.: +39 348 52 06 172

E-mail: info@carlofigari.it

 

Copyright©2018 www.CarloFigari.it

 
Tutti i diritti di testi, foto, video e Pdf sono riservati e coperti dalle norme sul copyright. Eventuali riproduzioni a scopo didattico, di ricerca o per pubblicazioni di qualsiasi genere e con ogni mezzo cartaceo e/o elettronico, sono ammesse dietro preventiva richiesta all’autore e con obbligo di citazione della fonte.
 
 
I Pdf delle pagine de L’Unione Sarda pubblicati in questo sito sono riservati e coperti da copyright. Eventuale pubblicazione richiede diretta ed esclusiva autorizzazione de L’Unione Sarda.

Created by potrace 1.10, written by Peter Selinger 2001-2011 Layer 1 Created by potrace 1.10, written by Peter Selinger 2001-2011 Layer 1