Biden, Nato e Ue

La fine della missione in Afghanistan

L’ora del ritiro si avvicina. A settembre gli americani lasceranno l’Afghanistan e con loro le truppe della coalizione della missione di pace, italiani compresi, che già ieri hanno ammainato il tricolore nella base di Herat. Dopo vent’anni Biden firma la fine della guerra più lunga combattuta dagli Stati Uniti, costata miliardi di dollari, 2300 militari […]

Continua a leggere

L’Europa allargata

Anche la Sardegna celebra la “festa dell’Europa” dalla nascita ad oggi con un mese di iniziative tra maggio e giugno che illustrano 37 interventi regionali realizzati grazie ai fondi comunitari. L’isola beneficia del contributo di finanziamenti europei del programma operativo 2014-2020 che destina 930 milioni per una “crescita intelligente, sostenibile e inclusiva”. Soldi destinati per […]

Continua a leggere

Putin e la nuova guerra fredda

Il nodo dell'Ucraina e le tensioni con la Nato

Se non fosse per una notizia di cronaca apparsa di recente è probabile che ben pochi lettori si chiederebbero dove si trovi il Donbass e che cosa stia succedendo nel Mar Nero oltre il Bosforo, estremo passaggio del Mediterraneo orientale. La notizia racconta di un cinquantenne sardo ex poliziotto indagato dalla Digos di Cagliari per […]

Continua a leggere

Festa senza revisionismi

Il significato del 25 aprile 1945

Il 25 aprile è la festa che celebra la liberazione dell’Italia dall’occupazione nazista e la fine del regime fascista. Una ricorrenza fondamentale per la storia del Paese che assume un particolare significato politico e militare in quanto simbolo della vittoriosa lotta delle truppe alleate, delle forze armate italiane che si erano rivoltate contro i nazifascisti […]

Continua a leggere

Una lezione per l’Europa

L'incidente nel canale di Suez e il futuro dei commerci marittimi

La foto della “Ever Given” incagliata di traverso nel canale di Suez è diventata una di quelle immagini simbolo dell’inizio degli anni venti di questo secolo, già segnato dalla pandemia del Covid-19 che continua a fare migliaia di vittime ogni giorno e in ogni angolo del pianeta. Il blocco, che per un’intera settimana ha mandato […]

Continua a leggere

Se il dissenso viene spento

La repressione dei regimi forti contro la stampa

Quando un dittatore o un governo autocratico non riescono a fermare la protesta popolare, dopo le repressioni di piazza, pensano subito a mettere a tacere il dissenso e a oscurare i fatti oltre i propri confini. In che modo? Chiudendo le testate e le tv di opposizione, finanziando e monopolizzando la stampa consenziente, bloccando i […]

Continua a leggere

Le guerre dimenticate

I massacri silenziosi: dallo Yemen all'Africa

Secondo l’Oms (organizzazione mondiale della sanità) non è pensabile la fine della pandemia entro l’anno. Anzi, prevede che il Covid-19 continuerà a fare vittime nel 2022 colpendo soprattutto nei paesi più poveri del Terzo Mondo dove i vaccini chissà quando e se mai arriveranno. Quindi il Covid-19 sarà ancora a lungo il peggior nemico dell’umanità […]

Continua a leggere

I dossier più scottanti

Draghi e i rapporti con l'Egitto

Nell’agenda del nuovo governo, oltre le emergenze sanità ed economia, Draghi si ritrova aperti alcuni dossier scottanti che dovrà considerare con particolare attenzione. Un’eredità pesante per le implicazioni internazionali, di cui poco si parlato nei programmi eppure molto importante per il ruolo che l’Italia vuole assumere in questo 2021 che, tra l’altro, vedrà i “grandi” […]

Continua a leggere

Le dure sfide per l’Italia

Il G20 e altri grandi eventi del 2021

Nel pieno caos della politica nazionale, con il Paese alle prese per contrastare la possibile terza ondata del Covid-19 e per portare avanti il piano di vaccinazione, il nuovo anno è iniziato nel peggiore dei modi. Ai voglia ad essere ottimisti. Eppure l’agenda del 2021 è ricca di impegni e appuntamenti internazionali che richiedono un […]

Continua a leggere

Giustizia per Regeni

Un processo in Italia si deve fare

Per l’Egitto il caso Regeni è praticamente chiuso. Dopo il comunicato della procura del Cairo, col quale venivano “sospese” le indagini per mancanza di prove, è chiara la volontà di archiviare la vicenda della morte del giovane ricercatore friulano. Significa che nessuno dei quattro esponenti dei servizi segreti, messi sotto accusa dagli inquirenti italiani, verrà […]

Continua a leggere
Copyright©2018 www.CarloFigari.it - Privacy & Cookie Policy